Libano

immagini e documentazione raccolta da quotidiani libanesi


2 commenti

Elezioni presidenziali – sedicesimo rinvio

L’Orient le Jour dell’11 marzo 2008

Washington alza i toni e giudica lo stallo “inaccettabile”, l’ONU si dichiara “frustrato”

La comunita’ internazionale e’ spazientita dopo il 16esimo rinvio delle presidenziali

Per la sedicesima volta la seduta per le elezioni del Presidente della Repubblica libanese e’ stata rinviata, il presidente della camera, Nabih Berry ha annunciato che la prossima seduta e’ prevista per il 25 marzo 2008.

[…]

“Un sedicesimo rinvio che non attira piu’ l’attenzione dei media  e ancor meno dei libanesi, …”


2 commenti

Elezioni presidenziali – rinvio

Il parlamento in Place de l'Etolie a Centre Ville

Le elezioni presidenziali sono state riviate all’11 marzo, gia’ in dicembre molti sostenevano che sicuramnete si sarebbe arrivati a marzo – aprile.

Il 24 novembre 2007 e’ scaduto il mandato del presidente della Repubblica libanese Lahoud,  Sleimane sembrava un candidato condiviso, piu’ di una decina di rinvii stanno segnando queste elezioni. L’ultima seduta prevista per le elezioni era stata fissata il 26 febbraio.


Lascia un commento

Elezioni presidenziali – nuovo rinvio

CPL

Berry aggiorna la riunione parlamentare a lunedi’… ma Aoun non vuole che si arrivi ad una soluzione prima dell’anno prossimo.

 i tre presidenti

Di rinvio in rinvio, le presidenziali rinviate alle calende greche.“Non resteremo con le braccia incrociate di fronte alla politica ostruzionista dell’opposizione” afferma Hariri. Senza sorprendere troppo, la seduta parlamentare per l’elezione di un  nuovo Presidente e’ stata rinviata al 17 dicembre, ha annunciato a sera tarda, l’Ufficio del Presidente della Camera, Nabih Berry.  

L’annuncio di questo ottavo rinvio, ha seguito la pubblicazione  di un comunicato  della maggioranza parlamentare, che aveva assicurato che non si sarebbe recata alla Camera  ad assistere alla seduta prevista per oggi, l’obiettivo e’ denunciare il ricatto politico esercitato dall’opposizione.

Alla fine, nel pomeriggio,  il Generale Aoun aveva gia’ quasi scartato per la data odierna  la possibilita’ di una seduta.

A credere al proposito  del capo della “Courant Patriotique Libre”,  Generale Aoun, che ha invitatato tutti ad occuparsi piuttosto delle feste di fine anno, si puo’ legittimamente pensare che  nessuno sblocco della situazione sara’ possibile prima dell’inizio del prossimo anno, se non, addirittura, come affermano alcuni osservatori, prima della primavera.

Tanto piu’che l’opposizione, continua ad accusare il Governo Siniora di “ illegalita’” e rifiuta di   legittimare un emendamento che dovrebbe passare per il Serraglio.

Questa situazione ha portato il deputato Saad Hariri ad affermare  che il “14 marzo” (raggruppamento di maggioranza) non restera’ con le braccia incrociate di fronte alla politica ostruzionista dell’ “8 marzo” (raggruppamento dell’opposizione).

Apparentemente, nemmeno l’opposizione si asterra’, poiche’ il sito della Corrente aounista, ha annunciato ieri che manifestazioni di sostegno al Generale Aoun, “di cui la CPL non e’ responsabile”, stanno per essere organizzate  in direzione di Rabieh, mentre il pretesto del mugugno sociale, potra’ permettere nei prossimi giorni, ai componenti dell’”8 marzo” di appropriarsi della strada.

L’Orient Le Jour 11 dicembre 2007