Libano

immagini e documentazione raccolta da quotidiani libanesi

Gibran Kahlil Gibran

1 Commento

 

A Becharre’ si trova il museo dedicato a Gibran Khalil Gibran dove sono esposti i suoi manoscritti, le pitture e dove giace la sua bara.

Il tuo Libano e il mio

Tu hai il tuo Libano e io ho il mio.
Il tuo è un Libano politico con i suoi problemi.
Il mio è un Libano naturale con tutta la sua bellezza.
Tu hai il tuo Libano fatto di programmi e conflitti.
Io ho il mio fatto di sogni e speranza.
Sii soddisfatto del tuo Libano come io sono contento del libero Libano della mia immaginazione.
Il tuo Libano è un intricato nodo politico che il Tempo tenta di sciogliere.
Il mio Libano è una catena di collinette e di monti che s’innalzano riverenti e maestosi verso il cielo azzurro.
Il tuo Libano è un problema internazionale ancora da risolvere.
Il mio è calme valli incantate dove risuonano i rintocchi delle campane e il mormorio dei ruscelli.
Il tuo Libano è una contesa fra chi viene dall’Occidente ed un avversario che viene da Sud.
Il mio è una preghiera alata che volteggia al mattino quando i pastori conducono al pascolo le greggi, ed ancora a sera quando i contadini ritornano dai campi e dalle vigne.
Tu hai il tuo Libano e io ho il mio.

[…]

(K. Gibran)

Poeta e pittore libanese, nato nel 1883 a Becharre’,  villaggio a 1400 metri di altezza nel nord del Libano, che collega   la regione dei Cedri  alla valle di Qadisha. Negli ultimi vent’anni della sua vita abito’ negli Stati Uniti, mori’ a New York nel 1931.

Nel 2008 il Libano celebra il 125esimo anniversario della nascita, l’Orient le Jour ha pubblicato l’11 ottobre 2007 il progrmma per la celebrazione che prevede:

– una settimana dedicata a Gibran, celebrazioni e organizzate nelle scuole; 

–  la pubblicazione di un’opera raggruppante  i manoscritti e i disegni inediti oltre ad un repertorio di giardini, sale e altri luoghi nel mondo che portano il nome di Gibran;

– l’emissione di quattro francobolli  e di una medaglia in oro con l’effige di Gibran;

– il lancio di una campagna turistica che celebra il Libano come paese di Gibran;

– letture e serate poetiche (al Palazzo UNESCO, a Berlino e a Londra nel quadro della manifestazione  del Salone del Libro che quest’anno accoglie il mondo arabo);

– una sinfonia composta e diretta  da Walid Gholmiye in omaggio ad un grande scrittore;

– un lungometraggio e una serie televisiva  di quattro episodi realizzata da Samir  Habchi su uno scenario di Alexandre Najjar e con Milad Tok come direttore della fotografia;

– una lettura del profeta di Antoine Multaka su CD;

– proiezioni di film  e esposizioni al museo Gibran a Becharre’;

– una esposizione a Parigi e un’altra in Messico;

– un concorso  di disegno Fabriano;

– Una celebrazione a San Paolo;

– colloqui e altre conferenze nelle universita’.

Gibran Khalil Gibran disse:

“Se il Libano non fosse la mia patria , avrei preso il Libano per patria” .

Annunci

Autore: Luciana

amo il silenzio

One thought on “Gibran Kahlil Gibran

  1. Ho visto dei disegni di Gibran, hanno qualcosa di incredibile.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...