Libano

immagini e documentazione raccolta da quotidiani libanesi

L’esercito ha sconfitto i terroristi di Nahr el-Bared

Lascia un commento

http://www.flickr.com/photos/11349203@N02/1342241385/ http://farm2.static.flickr.com/1068/1342241385_875e628e57_o.jpg 

Dopo 105 giorni di combattimenti l’esercito e’ riuscito a sconfiggere i terroristi  di Fateh el-Islam asserragliati nel campo palestinese di Nahr el- Bared. Per tutta la giornata sono circolate voci circa la fuga del capo del gruppo islamico, Chaker Absi. In serata, un ufficiale dell’esercito sotto copertura dell’anonimato ha dichiarato che il corpo senza vita di Chaker Absi era stato identificato in un ospedale di Tripoli.  Questa dichiarazione resta ancora da verificare dai test del DNA e solo tra qualche giorno si potra’ avere la conferma della morte di Absi Chaker.

Gli ultimi scontri che hanno segnato la fine  dei combattimenti hanno avuto luogo ieri, all’alba, alle 4 del mattino, quando circa 40 terroristi hanno tentato di fuggire dal campo. Trentacinque sono stati uccisi e 34 catturati, di questi, ventitre erano  rimasti all’interno del campo e per la maggior parte erano feriti.

Al termine dei combattimenti  il comandante dell’esercito ha annunciato la fine dei combattimenti e il controllo totale sul campo palestinese di Nahr el-Bared. Sono state immediatamente avviate operazioni di sminamento e rastrellamento per assicurarsi che nessun comabttente si trovi piu’ all’interno dei labirinti sotterranei del campo palestinese.

L’esercito libanese ha chiesto ai rifugiati palestinesi del campo di non rientrare fino alla fine delle operazioni, per la loro sicurezza e per permettere alle unita’ speciali di terminare il lavoro.

Ai soldati e’ stato dato l’ordine di interdire a chiunque l’accesso al campo. I rifugiati hanno sostenuto di voler rientrare appena i combattimenti fossero terminati anche se il campo e’ distrutto. L’ONU e le organizzazioni palestinesi hanno lanciato appelli alla pazienza per permettere lo sminamento  e risanare il campo  dai cadaveri abbandonati.

Il Primo Ministro Siniora ha riaffermato la volonta’ di ricostruire il campo ed ha invitato i Paesi donatori a riunirsi il 10 settembre per discutere la loro partecipazione a questo progetto. Ha affermato inoltre che ” il campo passera’ sotto la sola autorita’ dello Stato libanese e unicamente dello Stato libanese”, ha aggiunto poi, sempre rivolto ai palestinesi ” Siate sicuri che questa guerra non e’ stata condotta contro i palestinesi, ma e’ la guerra di libanesi e palestinesi contro i terroristi e la vittoria e’ una vittoria comune”.

Fonte: L’Orient le Jour – 3 settembre 2007

Advertisements

Autore: Luciana

amo il silenzio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...